Phoenix canariensis Chabaud

  • sinonimo: P. dactylifera var. jubae Webb et Berthel.
  • Nome comune: Fenix o Palma delle Canarie
  • Famiglia: Palmae
  • Provenienza: Pianta originaria delle isole Canarie, diffusa in quasi tutto l’areale mediterraneo, soprattutto a scopo ornamentale.
  • Tipo corologico: Canarie
  • forma biologica: P scap
  • Periodo fioritura: Apr. - Mag.

DIMENSIONE E PORTAMENTO
Si tratta di una Palma a portamento arboreo con fusto generalmente breve e chioma larga, aperta ed espansa. Raggiunge altezze variabili da 2-4 metri a 6-12 e oltre secondo la lunghezza del fusto.


TRONCO E CORTECCIA
Albero con fusto eretto e tozzo, a volte breve ed ovoidale oppure alto e colonnare, grossolanamente squamoso, con una superficie fibrosa e rugosa perché rivestito dai residui dei piccioli fogliari delle foglie vecchie eliminate o cadute.


FOGLIE, GEMME E RAMETTI
Pianta sempreverde a foglie persistenti, composte, di tipo pennato (pennatosette), con numerosi segmenti lineari rigidi e coriacei verdastri, inseriti su un picciolo a sezione sub-cilindrica. Le foglie sono lunghe fino a 3-4 metri, pendule ed arcuate verso il basso.


STRUTTURE RIPRODUTTIVE
La Palma delle Canarie o Fenix è una essenza solitamente dioica con fiori unisessuali giallo-ocracei riuniti in infiorescenze a spadice. Le infiorescenze maschili sono lunghe 40-60 cm, quelle femminili anche fino a 2 metri. La fioritura si ha fra aprile e maggio. Il frutto è rappresentato da una bacca detta dattero, di forma ovoidale (con un diametro di circa 2 cm) e color bruno-ocraceo. Le suddette bacche non sono commestibili, a differenza di quelle di Phoenix dactylifera (Palma da Dattero) che ha le bacche eduli e ricercate. I frutti non si formano o non maturano se le condizioni climatico-ambientali non sono idonee e favorevoli.

Letto 280 volte