Serapias vomeracea (N.L. Burman) Briquet

  • sinonimo: S. longipetala (Tenore) Pollini
  • Nome comune: Serapide maggiore
  • Famiglia: Orchidaceae
  • Provenienza: Non essendovi accordo sul valore tassonomico di alcune sottospecie o specie affini, è praticamente impossibile definire l’areale di S. vomeracea, soprattutto sui suoi confini orientali; si tratta comunque di un’orchidea a distribuzione prevalentemente mediterranea, che però raggiunge il Vicino Oriente ed il Caucaso con le sue sottospecie (o specie affini). È presente in tutte le regioni italiane ad eccezione della Sardegna, della Val d’Aosta; assente anche dall’Alto Adige. Si trova su pascoli magri, garighe, cespuglieti, pinete luminose, da 0 a 1450 m, su suolo alcalino o leggermente acido, asciutto o relativamente umido.
  • Tipo corologico: EURI-MEDIT.
  • forma biologica: G bulb
  • Periodo fioritura: Apr. - Giu.

Pianta erbacea alta 15-60 cm.
Foglie inferiori lineari-lanceolate, acute, carenate, sub-erette o curvate all’infuori, quelle superiori gradualmente più piccole ed avvolgenti il fusto. 
Infiorescenza allungata, composta da 3-12 fiori ben distanziati tra loro a maturità. Brattee ovato-lanceolate, concave, più lunghe dei fiori, di colore grigio-rosato che può essere chiaro o scuro, o più raramente grigio-verdastro, con venature longitudinali rosso scure. Sepali lanceolati, formanti un casco allungato ed acuminato rivolto verso l’alto, che all’esterno ha lo stesso colore delle brattee, mentre internamente è rosso scuro. Petali lunghi quasi come i sepali ed interamente nascosti all’interno del casco, molto stretti ed acuti, con base orbicolare di colore porpora scuro tendente al nero. Labello trilobo, molto più lungo dei sepali, di colore variabile dal bruno-rosato chiaro al porpora scuro, munito alla base di due callosità lucide, lineari, parallele, che possono essere chiare o scure; lobi laterali con margini troncati, molto scuri, curvati verso l’alto fino a toccarsi, quasi interamente nascosti dal casco; lobo mediano lanceolato, piuttosto lungo, peloso al centro ed alla base, pendulo o piegato all’indietro.

Letto 249 volte