Cercis siliquastrum L.

  • Nome comune: Albero di Giuda; Siliquastro
  • Famiglia: Leguminosae
  • Provenienza: Originario delle regioni del bacino mediterraneo orientale fino ai Balcani e dell’Asia occidentale. In Italia è diffuso in tutte le regioni fino all’altitudine di 700 metri.
  • Tipo corologico: S-Europ. - W-Asiat. (Pontico)
  • forma biologica: P scap

DIMENSIONE E PORTAMENTO
Albero di piccole dimensioni, non supera gli 8-10 m di altezza. La ramificazione si origina vicino alla base ed i rami hanno angoli piuttosto aperti, per cui la chioma è globosa, ben sviluppata e piuttosto espansa.


TRONCO E CORTECCIA
Il tronco non è regolare ed ha la corteccia molto scura. Nella pianta giovane la scorza si presenta liscia ed omogenea, ma con l’età compaiono delle fessurazioni e tende a screpolare.


FOGLIE, GEMME E RAMETTI
Le foglie sono caduche, semplici e bifacciali; l’inserzione è alterna e avviene mediante un picciolo lungo 2-3 cm, su rametti elastici, lenticellati e bruni. La lamina fogliare è reniforme o tondeggiante (diametro 5-8 cm), cordata alla base e con il margine intero. La nervatura è palminervia, marcata nella pagina inferiore della foglia che appare inoltre più chiara e quasi pubescente rispetto a quella superiore, di colore verde lucido. Le gemme sono alterne, disposte a spirale lungo i rametti; sono di piccole dimensioni e a forma conica; le gemme apicali sono brunastre, con perule vistose e di maggiori dimensioni.


STRUTTURE RIPRODUTTIVE
I fiori sono ermafroditi e riuniti in infiorescenze a grappolo sessile (4-6). Sono distribuiti sui rami di tutta la pianta, persino sul tronco e sulle branche ed hanno colore rosa-violaceo, che contrasta notevolmente con il colore scuro del tronco (esistono delle varietà a fiore bianco). La fioritura avviene nei mesi di marzo ed aprile, prima dell’emissione delle foglie. I frutti sono rappresentati da legumi, che inizialmente si tingono di sfumature rossastre per imbrunire con la maturazione. Sono lunghi 8-12 cm e persistono sulla pianta per tutto il periodo invernale.

Letto 317 volte